#NotteMagica in Fonda Monda

Nostri affezionati lettori, forse pensavate ci fossimo dimenticati di voi? Niente di più falso: torniamo invece in grande stile, annunciandovi un appuntamento a cui non potete mancare Voi tutti conoscete Letti di notte, la manifestazione promossa da Letteratura rinnovabile che da alcuni anni anima la notte del solstizio d’estate coinvolgendo librerie indipendenti, biblioteche, associazioni e […]

Nostri affezionati lettori, forse pensavate ci fossimo dimenticati di voi? Niente di più falso: torniamo invece in grande stile, annunciandovi un appuntamento a cui non potete mancare

Voi tutti conoscete Letti di notte, la manifestazione promossa da Letteratura rinnovabile che da alcuni anni anima la notte del solstizio d’estate coinvolgendo librerie indipendenti, biblioteche, associazioni e soprattutto tanti, tantissimi lettori. Bene… Quest’anno anche noi studenti del Master in Editoria abbiamo deciso di fare la nostra parte, organizzando un nostro evento presso la Fondazione Mondadori.

Come scegliere il tema della nostra serata? Volevamo essere ecumenici: coinvolgere i forti lettori, gli appassionati di editoria, i masterini passati e futuri, ma anche chi non legge abitualmente, chi cerca i suoi contenuti altrove. Volevamo confrontarci con quanto ci succede attorno. Dopo alcune settimane di discussione e confronto non abbiamo più avuto dubbi.

Ogni quattro anni i Mondiali di calcio catturano l’interesse generale. Tutti, anche chi non ama partite e campionati, si ritrovano almeno una volta davanti a una partita, insieme agli amici di sempre in un bar oppure al mare, accanto a perfetti sconosciuti. L’atmosfera è diversa, c’è qualcosa di magico. Associare i Mondiali alla lettura – che per noi tutti è il veicolo della magia e del sogno per eccellenza – è stato naturale.

Raccontare i Mondiali è un’impresa a cui si sono accostati molti grandi scrittori, poeti, giornalisti (non solo sportivi) e voci popolari. Tutti hanno voluto parlare dei diversi aspetti: la sfida dell’uomo con se stesso, la possibilità di superare le debolezze individuali nel gioco di squadra, le sconfitte brucianti e la vittorie impensate, la rivalità, la solidarietà, il riscatto… Insomma, il calcio e lo sport come metafora della vita e delle prove che ci pone.

Ma quale sarà, in concreto, il programma della serata?

Innanzitutto abbiamo deciso di ridare voce al giornalista sportivo italiano più amato di sempre, Gianni Brera, spulciando a fondo il suo archivio, conservato proprio alla Fondazione Mondadori. Tra le carte, le agende e gli articoli di giornale abbiamo raccolto i più interessanti scritti riguardanti i Mondiali, ricavandone una piccola mostra. Ad essa si affiancherà, alle ore 21, la testimonianza di Gino Cervi, che racconterà il “suo” Gianni Brera e ci parlerà della propria esperienza tra sport e libri con la casa editrice Ediciclo.

Alle 22 parleremo di un nuovo modo di raccontare il calcio, fatto di articoli lunghi e dettagliati e di una grande passione per la scrittura. Con noi ci saranno due dei migliori giovani giornalisti sportivi italiani: Daniele Manusia, cofondatore de L’ultimo uomo e autore di Cantona. Come è diventato leggenda e Davide Coppo, caporedattore di Rivista Undici appena uscita in edicola. Sarà anche l’occasione per parlare dei mondiali brasiliani.

A concludere la serata sarà invece la giornalista brasiliana Solange Cavalcanti, autrice del recentissimo Compagni di stadio (Fandango), libro che fa rivivere le gesta di un giocatore leggendario, Sócrates, e della cosiddetta Democracia Corinthiana, un’esperienza di autogestione calcistica ispirata a principi antiautoritari che, all’inizio degli anni Ottanta, durante la dittatura militare, fece del Corinthians un simbolo di libertà e democrazia per l’intero Brasile.

Durante tutta la serata attori e attrici si succederanno poi nella lettura delle più belle pagine di poesia e prosa riguardanti i Mondiali di calcio.

Un programma dunque molto ricco, a cui occorre però aggiungere ancora un tassello fondamentale. Il nostro “Letti di Notte” non poteva infatti dimenticarsi dei più piccoli – che, come sappiamo, sono sempre il più saldo baluardo della lettura in Italia. Fin dalle ore 17.30 la Fondazione Mondadori aprirà le porte a bambini e bambine che, insieme a noi e alla preziosa collaborazione dei ragazzi del Mimaster Illustrazione, potranno divertirsi tra giochi, letture animate e laboratori di disegno e fumetto.

Altre informazioni le avrete nei prossimi giorni continuando a seguirci (qui, su Twitter e su Facebook). Come vedete abbiamo fatto le cose in grande e ora l’unica cosa che manca siete voi. Vi aspettiamo quindi numerosi il 21 giugno dalle 17.30 in poi alla Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, in via Riccione 8 a Villapizzone, per quella che sarà sicuramente – ancora una volta con l’aiuto dei libri – una meravigliosa #NotteMagica.

Comments are closed.