Fabio si occupa di marketing e comunicazione

Ma prima è stato in redazione, e ha lavorato con gli ebook. Fabio Ferlin ha partecipato all’edizione 2005 del Master, e ora è responsabile marketing e comunicazione di Marsilio e Sonzogno.

Promemoria: le iscrizioni al Master chiudono alle ore 12 del 3 febbraio. Tutte le info sono qui.

Ciao Fabio, raccontaci perché hai deciso di iscriverti al Master. Qual è stato il tuo percorso?

All’università mi ero iscritto a Padova al corso di laurea in Scienze della Comunicazione, uno degli esami opzionali era «Economia e gestione delle imprese editoriali», e – sembrerà strano – ma in quel periodo pochissimi studenti lo frequentavano. Il corso era tenuto dal professor Cesare De Michelis, stimato italianista ma anche esperto editore, che imbastì delle interessanti lezioni di teoria e pratica editoriale ma soprattutto di stimolanti incontri con i protagonisti del mondo editoriale: vennero a parlare agenti letterari, direttori editoriali, uffici stampa (tra cui Anna Maria Rimoaldi, Piergiorgio Nicolazzini, Lorenzo Fazio, Luca Nicolini), che mi fecero innamorare del mestiere dell’editore. Dopo essermi laureato, trovai on line il Master per redattori editoriali organizzato da FAAM, AIE e UNIMI e pensai: «perché non tentare questa strada?».

Quali erano i tuoi obiettivi professionali quando ti sei iscritto? È andata a finire come volevi, oppure in modo completamente diverso?

L’obiettivo naturalmente era quello di entrare in una casa editrice, ma mica sapevo quante e quali figure ruotano attorno al mondo del libro. Il corso dà una poderosa infarinatura sul mestiere del redattore editoriale, ma ti fornisce anche gli strumenti per approfondire tutti gli altri ambiti del mondo editoriale, per cui alla fine dei mesi di lezione mi sono ritrovato a seguire uno stage nell’ufficio comunicazione di Fnac Italia, per una posizione tra il coordinatore editoriale, il customer care e l’organizzatore di eventi. Un’esperienza interessantissima, in cui ho potuto imparare tantissime cose.

Il tuo profilo Linkedin dice che sei Responsabile Marketing e Comunicazione. Cosa vuol dire? In cosa consiste il tuo lavoro?

Il mio lavoro consiste nell’accompagnare i libri pubblicati dalle case editrici Marsilio e Sonzogno, dal momento in cui vengono stampati o trasformati in ebook, al momento in cui giungono nelle mani dei lettori. È un lavoro interessantissimo, fatto di contatti umani quotidiani e di continuo aggiornamento e ricerca di nuove idee e progetti. Credo sia curioso raccontarti che prima di ricoprire questo ruolo ho lavorato sempre per lo stesso editore nella redazione della narrativa e mi ha sorpreso molto il forte contrasto che esiste tra i due tipi di attività: il redattore deve lavorare dietro le quinte, non deve mai uscire allo scoperto, cercando di non far percepire la sua presenza; chi si occupa di comunicazione e marketing, invece, deve fare l’esatto opposto, deve cioè cercare di creare attorno al libro più attenzioni possibili, attivando i giusti canali e anche – diciamocela tutta – alle volte pure sgomitando il necessario.

Avere a che fare con gli ebook ti ha insegnato qualcosa in particolare?

Prima dell’avvento dell’ebook, il mercato dei libri lavorava con una certa chiarezza – e una certa rigidità – sia nella catena produttiva che in quella distributiva. La realtà dell’ebook ha dato una forte scrollata a queste catene, alcuni anelli si stanno già rompendo, altri si romperanno in futuro, altri ancora si rafforzeranno o subiranno grandi trasformazioni. Be’, può essere scontato ma devo dire che tutto quello che sta succedendo mi ha insegnato a non dover mai dare per scontato nulla.

Secondo te le cose sono davvero cambiate così tanto nel corso degli ultimi anni?

Sì, secondo me un forte cambiamento c’è stato. L’ebook e in più in generale l’editoria digitale e l’uso sempre maggiore di internet hanno reso reali opportunità che meno di dieci anni fa nessuno poteva avere, senza la collaborazione di molte altre persone e, non ultima, addirittura di una struttura industriale a supporto. Mi riferisco senza dubbio in primo luogo al fatto che oggi uno scrittore può pubblicare il suo romanzo – in formato ebook – e farlo acquistare direttamente ai suoi lettori in pochi secondi, senza dover passare per altri intermediari (editore, tipografo, distributore, libraio…), cosa impensabile qualche tempo fa. Come dicevamo prima, tutto questo sta portando a diversi cambiamenti nelle filiere e le case editrici naturalmente si stanno accorgendo di questo, e stanno cercando di attrezzarsi al riguardo. Ma basterà?

Dopo tutto questo tempo passato a lavorare con i libri, ti piacciono ancora?

Dentro ad ogni libro c’è sempre un mondo da scoprire e dietro ad ogni libro c’è sempre una persona che l’ha scritto, Come nella vita, non tutte le persone che si conoscono possono risultarci simpatiche, ma siamo per natura degli “animali sociali” e perciò rimaniamo tali, no?

Promemoria: le iscrizioni al Master chiudono alle ore 12 del 3 febbraio. Tutte le info sono qui.

Comments are closed.